FUTURO REMOTO 

(Edizione 2021)
 
 

Si è chiusa venerdì 3 dicembre l’importante manifestazione di divulgazione scientifica, #Futuro Remoto, organizzata da Città della Scienza. Il #DiSTAR ha guidato due delle cinque iniziative realizzate in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (#INGV-OV), l’Università del Sannio e l’Università di Salerno.

Gruppo di lavoro:

  • Paola Petrosino, Ileana Santangelo, Federica Totaro, Eleonora Vitagliano - DiSTAR (Unina)
  • Maddalena De Lucia, Girolamo Milano, Giuliana Alessio – Osservatorio Vesuviano (INGV)
  • Bruno Massa – DST (UniSannio)
  • Maria Vittoria Gargiulo – DF (UniSa)

ATTIVITA'

 

 

 

Le rocce tornano a casa: cercasi esploratori per una avventura intorno al mondo

Attività 1- realizzata in presenza a #Città della Scienza il 26/11/2021:

Le rocce tornano a casa: cercasi esploratori per una avventura intorno al mondolaboratorio che ha coinvolto studenti di scuola superiore in un viaggio intorno al mondo, per riportare “a casa” le rocce prodotte da alcuni vulcani del nostro pianeta e comprendere meglio sia come avvengono le eruzioni, sia quali comportamenti adottare in caso di pericolo…. futuroremoto2

 

 

 

Escursione virtuale sulla collina dei Camaldoli

Attività 2- realizzata da remoto al #DiSTAR il 3/12/2021:

Escursione virtuale sulla collina dei Camaldoli… attività interattiva online che ha coinvolto gli studenti di scuola media in un tour attraverso le bellezze geologiche, naturalistiche e paesaggistiche dell’area flegrea.futuroremoto3

 

 

La Transizione Energetica e la Geotermia

Attività 3 - realizzata on-line con riprese all'interno di un Laboratorio dell'Istituto I.I.S.S. Leonardo da Vinci di Napoli il 30/11/2021

Gruppo di lavoro:

  • Vincenzo Allocca, Silvio Coda, Nicola Mondillo, Ester Piegari, Umberto Riccardi - DiSTAR (Unina)

 

La Transizione Energetica e la Geotermia…. all'interno di un laboratorio scolastico dell'I.I.S.S. Leonardo da Vinci di Napoli, i ricercatori del DiSTAR hanno illustrato gli elementi caratteristici di un sistema geotermico, riprodotto un esempio di sistema geotermico a piccola scala ed eseguito insieme agli studenti alcune esperienze laboratoriali. Queste ultime hanno permesso di mostrare come la caratterizzazione non invasiva delle dinamiche idrologiche dei suoli possa avvenire attraverso misure geofisiche della resistività elettrica e come sia possibile sviluppare sistemi di acquisizione delle temperature in grado di monitorare il gradiente geotermico superficiale. 

ester1

 

... alcune fasi dell'attività di laboratorio svolte con gli studenti delle classi 5D e 5E dell'I.I.S.S. Leonardo da Vinci

 ester2.png

 ester3 

L’Italia, per le sue caratteristiche geodinamiche, ha risorse geotermiche importanti che possono essere sfruttate come elementi chiave della transizione energetica nazionale verso le fonti green. Al contrario di altre fonti rinnovabili, l'energia geotermica ha il vantaggio di garantire la continuità della produzione e, pertanto, costituisce un elemento strategico per lo sviluppo della green economy. I Professori del DiSTAR hanno illustrato le potenzialità dei sistemi geotermici ad alta, media e in particolare bassa entalpia, che sfruttano l’energia termica che proviene dal sottosuolo per riscaldare edifici, centri termali, piscine, serre, grazie all'ausilio di pompe di calore.

impianto geotermia

 

Stampa   Email
Dove siamo
  Trovaci su Google Map
 

 
Iscriviti alla Newsletter
Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter

 logoUniNa   
scuola psb
universitaly