DiSTAR

Didattica

Info utili

Articoli correlati

Valutazione attuale:  / 4
ScarsoOttimo 

Atlante Geochimico–Ambientale del S.I.N. (Sito di Interesse Nazionale)

Litorale Domizio–Flegreo e Agro Aversano

 

Annamaria Lima1, Lucia Giaccio1, Domenico Cicchella2, Stefano Albanese1, Marianna Bove1, Giuseppe Grezzi1, Robert A. Ayuso3, Benedetto De Vivo1

 
 
1 Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e delle Risorse, Università degli Studi di Napoli Federico II, Largo San Marcellino 10, 80138 Napoli, Italia
2 Dipartimento di Scienze e Tecnologia, Università del Sannio, A3 Via dei Mulini 59/A, 82100 Benevento, Italia
3 USGS, USA
 
Copyright © MMXII ARACNE editrice S.r.l. - Roma
ISBN: 978-88-548-5148
 
Riassunto
Nel 1998 il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha individuato, con la legge n. 426, quindici S.I.N. (Siti di bonifica di Interesse Nazionale), localizzati su tutto il territorio italiano. Negli anni seguenti, con l’emanazione di ulteriori leggi (388/00, 468/01, 179/02, 266/05 e 152/06), il numero di questi siti è aumentato fino a 54. In questa lista di siti rientrano tutte quelle aree inquinate che, sia per la loro estensione che per l’utilizzo che ne è stato fatto, sono considerate essere particolarmente a rischio per la salute dell’uomo. La Legge sancisce che per queste aree si rende necessaria una speciale attenzione ed una specifica attività di bonifica. Il Litorale Domitio–Flegreo e Agro Aversano è uno dei S.I.N. più grandi (1564 Km2); include ben 77 municipalità e si estende perlopiù nella parte nord–occidentale della Regione Campania occupando l’11,54% della superficie regionale. Il presente lavoro illustra attraverso 83 tavole e più di 200 tra grafici, figure e tabelle i risultati ottenuti da indagini fatte sui suoli. I dati prodotti rappresentano uno strumento di notevole valenza ambientale, soprattutto per quanto concerne la valutazione dei tenori di fondo naturale dei vari elementi chimici esaminati, fra i quali quelli tossici richiamati nelle recenti normative emanate dal Ministero dell’Ambiente (D.M. 471/1999, D.Lgs 152/2006), che fissano le soglie di intervento per i suoli e le acque, in funzione della destinazione d’uso del territorio. Tale lavoro è di estrema utilità per gli enti pubblici preposti al controllo ambientale e per tutti coloro che lavorano nell’ambito della pianificazione e della bonifica del territorio.
 
Key-words: Contaminazione ambientale, dati geochimici, elaborazione cartografica, elementi metallici potenzialmente tossici
 
http://www.aracneeditrice.it/