DiSTAR

Didattica

Info utili

Career Day 2019

Presentazione del Dipartimento

Il Dipartimento di Scienze della Terra, dell'Ambiente e delle Risorse (DiSTAR) dell'Università di Napoli Federico II, nella sua evoluzione a partire dall’istituzione prima del Real Museo Mineralogico e poi dell’Osservatorio Vesuviano, rispettivamente nel 1801 e nel 1841, rappresenta uno dei più antichi istituti di ricerca italiani nel campo delle Scienze Geologiche. (continua...)
 
Il DiSTAR completerà nel corso del 2018 il suo trasferimento, nell’ambito dell'Università di Napoli Federico II, dal nucleo originario del Centro Storico di Napoli alla sua nuova sede, ubicata all’interno del Complesso di Monte Sant’Angelo, nella zona di Fuorigrotta-Soccavo.

La Carta Geologica: Una finestra sul sottosuolo

Test di Ammissione

 Università degli Studi di Napoli Federico II

Scuola Politecnica e delle Scienze di Base

 

Il Presidente

 
 
Napoli, XX marzo 2019
 
Cara studentessa, Caro studente,
sei interessato ad iscriverti al Corso di Laurea in Scienze Geologiche dell’Università di Napoli Federico II? L’iscrizione al Corso di Laurea in Scienze Geologiche prevede lo svolgimento obbligatorio di un Test di ammissione basato su un questionario a risposta multipla, su argomenti di Matematica, Scienze, Logica e comprensione Verbale. Il Test di ammissione, erogato in modalità on-line (TOLC), può essere sostenuto in più sessioni programmate nel periodo marzo-novembre 2019.
Per tutte le modalità di erogazione clicca qui

Contest PLS GEOLOGIA – UNINA


 
Short biosketch
Ondra Sracek, professor of hydrogeology and environmental geochemistry
Dipl. Eng.- Technical University of Mining, Ostrava, Czech Republic
M.Sc.-University of Waterloo, Waterloo, Canada
Ph.D.-Universite Laval, Quebec, Canada
Worked and lectured in: Canada, Mexico, Argentina, Bolivia, Brazil, Zambia, Namibia, Bangladesh, India, Taiwan etc.
Principal interests: environmental arsenic, mine drainage, geochemical and reactive transport modeling, natural attenuation of contaminants
 
Short synopsis of seminar
There are extensive mining and ore treatment activities in the Zambian Copperbelt. Principal contaminants are Cu and Cu and, due to generally neutral mine drainage, a large portion of contamination is transported in suspension. Secondary hematite in mine tailings incorporates contaminants, which are relatively immobile. Contaminants can be mobilized in rainy season, when discharge in local streams increases by several orders of magnitude.