DiSTAR

Didattica

Info utili

Scienze Geologiche si presenta: aperte le iscrizioni all'Open Day di febbraio

 
 

In occasione della manifestazione Porte Aperte 2019 promossa dalla Scuola Politecnica e delle Scienze di Base dell’Ateneo Fridericiano nei giorni 11-14 febbraio 2019, sarà offerta agli studenti interessati la possibilità di simulare il test di autovalutazione per l’accesso ai corsi di studio in area tecnico-scientifica (Scienze, Ingegneria).

L’iniziativa, sviluppata nell’ambito del Piano Nazionale Lauree Scientifiche (PLS) 2018/2019, si svolgerà nei giorni 13 e 14 febbraio nel Complesso Universitario di Monte Sant’Angelo, con le modalità indicate nella locandina allegata .

Per una migliore organizzazione dell'evento, gli studenti interessati sono invitati a prenotarsi entro il 9 febbraio 2019 all’indirizzo:

https://www.formoreistruzione.it/pls/     -    SIMULAZIONE_TEST

Inoltre a gruppi di studenti sarà offerta la possibilità di effettuare visite guidate in Laboratori Dipartimentali. L'iniziativa, aperta a tutti gli interessati, è particolarmente orientata agli studenti delle classi quarta e quinta degli Istituti di Istruzione Secondaria Superiore.

Per una migliore organizzazione dell'evento, si richiede che, anche laddove si preveda la partecipazione degli studenti in gruppi, ciascuno studente esprima il proprio interesse a partecipare ai singoli moduli di orientamento (presentazione dell'offerta formativa, visita ai laboratori dipartimentali) entro il 9 febbraio accedendo ai link:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-porte-aperte-2019-scienze-matematiche-fisiche-e-naturali-54581157712. Al completamento della procedura di manifestazione di interesse lo studente potrà ottenere un “ticket” dal portale Eventbrite, strettamente personale e valido per ciascuna giornata della manifestazione, che potrà utilizzare per effettuare il check-in e per ottenere un attestato di partecipazione alla manifestazione. Tenersi aggiornati su http://www.scuolapsb.unina.it/

La Carta Geologica: Una finestra sul sottosuolo

Some compositional tecniques in Geochemistry

Josep-Antoni Martín-Fernández (University of Girona, Department of Computer Science, Applied Mathematics, and Statistics)

 
The aim for this seminar is to increase the awareness of the peculiarities of compositional data (CoDa) and help practitioners to avoid common pitfalls in the analysis of CoDa in Geochemistry.
 
CoDa are vectors whose components show the relative importance of some parts of a whole. Typical examples are data expressed as percentages, ppm, ppb, or the like. This type of data appears in many applications, and the interest and importance of a consistent statistical methodology for their analysis cannot be underestimated. The log-ratio approach to CoDa was introduced back in the eighties. Since then, steady progress has been made in understanding the geometry peculiar to the compositional sample space, the D-part simplex.
 
The seminar will provide an introduction to theoretical and practical aspects of the statistical analysis of CoDa. It will provide mathematical background and an informal discussion forum on more advanced modeling methods. The seminar will consist of theoretical concepts and examples. Examples are done with the freeware CoDaPack (http://ima.udg.edu/codapack/). Some datasets and their particular problems will be presented, analysed and discussed interactively. Visit http://www.compositionaldata.comfor further information.
 

Josep-Antoni Martín-Fernández

Address:  University of Girona, Department of Computer Science, Applied Mathematics, and Statistics, Edifici Politècnica 4, Campus Montilivi, M. Aurèlia Campmany, 61, E-17003 Girona, Spain.
Phone-work:  +34 616917016
 
Josep-Antoni Martín-Fernández has a degree in Mathematics. He got his PhD from the Polytechnic University of Catalonia working on “Measurements of difference and non-parametric classification of Compositional Data (CoDa)”. Currently, he is titular professor at the Department of Computer Science, Applied Mathematics and Statistics of the University of Girona (UdG, Spain). His interests lie primarily in the statistical analysis of CoDa, with more than fifty publications related with the topic. He focuses his research on the topics “Cluster Analysis of Compositional Data” and “Rounded Zeros, Values Below Detection Limit, and Missing Data”. He is principal investigator of the CoDa Research Group (UdG). He has taught many CoDa courses and seminars in the past: the first-week-of-July CoDa course in Girona (since 2012); the one-day introductory courses taught at CoDa Workshops (2005, 2008 UdG; 2011 Sant Feliu Guíxols, Spain; 2013 Vorau, Austria); and the 4-day course at U.S. Geological Survey, Reston, USA. More information at http://ima.udg.edu/~jamf/.
 

Recruiting

Esasmus 2019/2020

Il Programma ERASMUS+ - Mobilità a fini di studio.

Avviso di selezione 2019/20 - DR/2019/286 del 29/01/2019

Scadenza presentazione domanda: 28/02/2019 ore 12.00
 
 
E’ indetta, per l’anno accademico 2019/2020, una selezione per l’assegnazione di borse di mobilità Erasmus+ per studenti universitari a fini di studio presso Università dei paesi partecipanti al programma Erasmus+.
La domanda di partecipazione dovrà essere compilata esclusivamente tramite procedura informatica per gli iscritti a corsi di laurea o master (Percorso A)  entro e non oltre le ore 12.00 del 28-02-2019. Gli iscritti a scuole di specializzazione o dottorati di ricerca (Percorso B) dovranno, invece, compilare apposito modulo di domanda, stamparlo, sottoscriverlo e consegnarlo a mano Dott. Bernardo Scinia in Segreteria Didattica del Dipartimento di Scienze della Terra, dell'Ambiente e delle Risorse .
L’elenco degli accordi con Università partecipanti al programma Erasmus+ ed i relativi scambi attivati per l’anno 2019/2020, l’elenco dei professori delegati e promotori degli scambi insieme a tutte le informazioni utili per gli studenti sono pubblicate nelle pagine Erasmus del sito web di Ateneo www.unina.it .
Ulteriori eventuali chiarimenti potranno essere richiesti ai proff. Filippo Barattolo, Diana Barra, e Nicoletta Santangelo.
 

Presentazione del Dipartimento

Il Dipartimento di Scienze della Terra, dell'Ambiente e delle Risorse (DiSTAR) dell'Università di Napoli Federico II, nella sua evoluzione a partire dall’istituzione prima del Real Museo Mineralogico e poi dell’Osservatorio Vesuviano, rispettivamente nel 1801 e nel 1841, rappresenta uno dei più antichi istituti di ricerca italiani nel campo delle Scienze Geologiche. (continua...)
 
Il DiSTAR completerà nel corso del 2018 il suo trasferimento, nell’ambito dell'Università di Napoli Federico II, dal nucleo originario del Centro Storico di Napoli alla sua nuova sede, ubicata all’interno del Complesso di Monte Sant’Angelo, nella zona di Fuorigrotta-Soccavo.