DiSTAR

Didattica

Info utili

Laboratorio di Archeometria

 
Responsabile Scientifico (RADOR)
 081-2538115 Fax: 081-2538118
 
L'archeometria (misura ciò che è antico) è l’applicazione delle discipline scientifiche, attraverso analisi di laboratorio, allo studio dei materiali archeologici e del patrimonio culturale, fra cui beni di interesse storico, artistico, architettonico, ecc.
Una caratterizzazione archeometrica è utile per ricavare dai reperti archeologici e dai relativi contesti le informazioni necessarie per una più completa lettura storico-tecnologica dei materiali in esame, per fini diagnostici, per valutarne lo stato di conservazione e progettarne il restauro.
I laboratori del DiSTAR dispongono di strumentazioni utili per effettuare indagini archeometriche su materiali di diversa natura (materiali lapidei, ceramiche, malte, intonaci, dipinti, ecc.).
Tutte le analisi vengono effettuate per progetti di ricerca condotti all’interno del Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e delle Risorse (DiSTAR ) e per prestazioni conto terzi.
 

Studio di ceramiche e laterizi

 
Analisi di immagine ed analisi modale
 
Attrezzature:
Microscopio binoculare Leica L2, microscopio polarizzatore Leica Laborlux 12 pol, telecamera Leica DFC 280, Computer con software Leica Qwin per analisi di immagine ed analisi modale.
 
Sistema computerizzato di analisi al microscopio
Sistema computerizzato di analisi al microscopio  
 
Attività svolte: 
Analisi macroscopica dei campioni ceramici e osservazione al microscopio binoculare. 
 
Esempi macroscopici di impasti di ceramiche archeologiche

 Esempi macroscopici di impasti di ceramiche archeologiche

 

Analisi petrografica in sezione sottile per osservare le caratteristiche tessiturali dei campioni e determinare la composizione dei vari costituenti.

Foto di sezioni sottili di ceramiche archeologiche al microscopio polarizzatore

Foto di sezioni sottili di ceramiche archeologiche al microscopio polarizzatore

 

Misure morfometriche in sezione sottile tramite analisi d’immagine digitale e analisi modale digitale per quantificare la percentuale dei vari costituenti nei campioni archeologici (rocce, suoli, ceramiche, laterizi, cementi, ecc.).
Analisi modale computerizzata

 Analisi modale computerizzata

  

Sezioni stratigrafiche su malte, intonaci, strati pittorici, mosaici, ecc. 

Sezione stratigrafica di intonaco

 Sezione stratigrafica di intonaco
 
Sezione stratigrafica di mosaico su malta
Sezione stratigrafica di mosaico su malta

 

Spettroscopia in fluorescenza di X (XRF)

spetroscopia in fluorescenza di X XRF
Attrezzature:
spettrometro a fluorescenza X: Panalytical Axios – software superQ Panalytical.
 
Attività svolte:
Analisi chimiche degli ossidi maggiori e degli elementi in traccia di rocce, suoli, materiali ceramici, laterizi, cementi, stucchi.
 

DIFFRATTOMETRIA DI RAGGI X SU POLVERI (XRPD)

 
Attrezzature:
- Philips PW3710/1730 theta/2theta a doppio goniometro e doppio detector
- Panalytical X’Pert Pro theta/theta con cambia campioni automatico da 45 posizioni, con detector veloce RTMS X’Celerator.
 
DIFFRATTOMETRIA DI RAGGI X SU POLVERI XRPD
 
 
Attività svolte:
Analisi mineralogica qualitativa e quantitativa su polveri di campioni ceramici, materie prime argillose, e altri materiali.
Esempio di diffrattogramma di un reperto ceramico in cui è possibile distinguere le fasi mineralogiche

Esempio di diffrattogramma di un reperto ceramico in cui è possibile distinguere le fasi mineralogiche.

 

Spettrometria XRF e diffrattometria RX portatili per indagini non distruttive

 
Spettrometria XRF e diffrattometria RX portatili per indagini non distruttive
Consente di eseguire indagini non distruttive in situ fornendo informazioni qualitative della composizione chimica e mineralogica del materiale.
Attività svolte: Analisi non distruttiva di materiali policristallini (affreschi, intonaci, ecc.), individuazione di pigmenti in superfici di affreschi, caratterizzazione di malte in situ.
 

Misure effettuate sulle pareti dellipogeo di Caivano

Misure effettuate sulle pareti dell’ipogeo di Caivano

 

colore elemento pigmento

Colore Elemento Pigment
 
oMisure effettuate al Museo Archeologico Nazionale di Napoli su lastre tombali Egnazia 2 Misure effettuate al Museo Archeologico Nazionale di Napoli su lastre tombali Egnazia

 

Misure effettuate al Museo Archeologico Nazionale di Napoli su lastre tombali (Egnazia)
 
 Campagna di analisi nelle catacombe di S. Gennaro Capodimonte

Campagna di analisi nelle catacombe di S. Gennaro (Capodimonte)

 

Miaure colorimetriche

Colorimetro Konica-Minolta CR-400
Attrezzature: Colorimetro Konica-Minolta CR-400
Tali misure consentono di definire in maniera univoca i caratteri di cromaticità e luminosità dei materiali (link alla foto). Tale tecnica risulta particolarmente utile nella valutazione della compatibilità dei trattamenti conservativi e/o protettivi.
 
Attività svolte:
Misure colorimetriche su affreschi, intonaci, individuazione dello spazio colore secondo XYZ, Yxy, L*a*b*, Hunter Lab, L*C*h, Munsell (solo illuminante C), CMC (l:c), CIE1994, Lab99, LCh99, CIE2000, WI ASTM E313 (solo illuminante C), YI ASTM D1925 (solo illuminante C), YI ASTM E313 (solo illuminante C). Tutte le attività sono svolte per progetti di ricerca del DiSTAR e per prestazioni conto terzi.
 
Misure colorimetriche effettuate durante la realizzazione del Piano del Colore di Napoli

Misure colorimetriche effettuate durante la realizzazione del Piano del Colore di Napoli

 

 

 

Misure colorimetriche effettuate durante la realizzazione del Piano del Colore di Napoli

 

Microscopia elettronica a scansione (SEM) e microanalisi EDS 

 
Attrezzature: Microscopio Elettronico a Scansione Jeol JSM 5310 e microanalisi EDS Oxford INCAX Microscopio Elettronico a Scansione Jeol JSM 5310 e microanalisi EDS Oxford INCALa microscopia elettronica a scansione è una tecnica analitica che consente di effettuare osservazioni ad altissimi ingrandimenti (fino a 100.000 volte) di campioni ceramici per studiarne la struttura e, da questa, riuscire a stimare le temperature di cottura raggiunte nelle antiche fornaci.

Immagini al SEM di campioni di ceramica archeologica

Immagini al SEM di campioni di ceramica archeologica

 

L'analisi in microsonda EDS permette di ottenere informazioni quantitative e qualitative sulla composizione chimica dei minerali che si trovano in un impasto ceramico.

Immagini al SEM in sezione sottile con fasi minerali analizzate tramite EDS in campioni di ceramica archeologica e mappe degli elementi diffusi nellimpasto ceramico

Immagini al SEM in sezione sottile con fasi minerali analizzate tramite EDS in campioni di ceramica archeologica e mappe degli elementi diffusi nell’impasto ceramico

 

 

PREPARAZIONE CAMPIONI

 
Attività svolte:
 
Taglio e pulizia di precisione di materiali archeologici. Polverizzazione dei materiali per analisi in XRF, XRPD, AAS e ICP MS. Tutte le attività sono svolte per progetti di ricerca del Dipartimento di Scienze della Terra, dell'Ambiente e delle Risorse e per prestazioni conto terzi.
Multiutensile da taglio DREMEL

Multiutensile da taglio DREMEL

 

Pressa pasticcatrice Herzog

Pressa pasticcatrice Herzog

 

mulino planetario a sfere Tetsch PM 100

 

Mulino planetario a sfere Retsch PM 100