Didattica

Info utili

 

Laboratorio Sismologico

 
Responsabile Scientifico (RADOR)
081-2538349 Fax: 081-2538118
 
Staff: Nunziata C., Viola R., Costanzo M.R., Mandara R., Strollo R.
 
L’attività di ricerca è finalizzata al monitoraggio sismico e all’acquisizione di rumore sismico per la definizione delle strutture geologiche del territorio campano. Il laboratorio è dotato di 3 stazioni Kinemetrics Q330 con accelerometri Episensor FBA ES-T e di 2 stazioni SARA SL06 (www.sara.pg.it) con accelerometri SARA SA10. 
 
 
Localizzazione delle stazioni sismiche operative nel 2015 a Ischia, Bacoli (MIS) e Napoli (SMN) e dell’epicentro (stella grigia) del main shock della sequenza sismica dei Monti del Matese (2013/12/29 17:08:43 UTC, ML=5.0).
 
Le stazioni installate a Napoli (sotterranei del complesso di San Marcellino) e a Bacoli (sotterranei della Biblioteca comunale) sono collegate in telemetria per il monitoraggio continuo (www.ogsism.unina.it). 
 
 
La stazione di Napoli SMN (nel riquadro rosso) è installata sul Tufo Giallo Napoletano ad una profondità di circa 21 m dal piano campagna, vicino al sismografo Wiechert (non funzionante).
 
Registrazione giornaliera del 29/12/2013 alla stazione SMN, dove sono evidenti gli eventi relativi della sequenza sismica dei Monti del Matese.
 
Gli eventi più significativi sono analizzati e pubblicati come bollettini (www.ogsism.unina.it). Inoltre, per i terremoti vicini, vengono calcolati i parametri sismologici utili ai fini ingegneristici (accelerazione massima, spettri di risposta). 
 
Spettri di risposta (damping 5%) calcolati  per il main shock della sequenza dei Monti del Matese registrato alla stazione SMN.