Info utili

La Penisola Sorrentina non è un’area vulcanica ma, collocandosi a poche decine di chilometri dai Campi Flegrei e dal Somma-Vesuvio, ne ha comunque risentito. La geografia della Penisola Sorrentina infatti è notevolmente mutata in seguito alla deposizione del Tufo Grigio Campano che, 'incastratosi' in una preesistente conca, ha formato la Piana di Sorrento. Essa costituisce, da un punto di vista paesaggistico, l’aspetto più tipico e caratterizzante della Penisola Sorrentina. Infatti, la tipica falesia costiera ed i profondi valloni (forre) incisi nel tufo sono il frutto dell’azione degli agenti esogeni sulla formazione tufacea. La falesia nel corso degli anni è progressivamente arretrata in seguito all’azione di scalzamento al piede operata del moto ondoso ed al conseguente crollo di blocchi tufacei che, erosi, hanno portato alla formazione di piccole spiagge, con sabbia scura nelle insenature.