Ri-generazione dal profondo della Terra

Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e delle Risorse

 

 

DiSTAR a Città della Scienza

 

DiSTAR a SAN MARCELLINO

8 – 11 novembre 2018, Città della Scienza, Postazione n° 78
 
 
8 novembre 2018, Chiesa dei Santi Marcellino e Festo, Largo San Marcellino, 10 Napoli
 
 
 
 

DiSTAR a Città della Scienza

8 – 11 novembre 2018, Città della Scienza, Postazione n° 78
ore 9.00 – 17.00 Modello analogico di acquifero e misura di parametri geofisici correlati alle variazioni di temperatura del sistema geotermico.
Un modello analogico descriverà le caratteristiche geologiche idonee per la presenza di sistemi geotermici economicamente utilizzabili e come queste possano essere identificate da indagini geofisiche.
 
9 novembre 2018, Sala del IV Piano di “Corporea”. Città della Scienza
ore 10.00 -12.00 nell’ambito delle attività del Progetto “Conosci il tuo territorio: una Carta Geologica in ogni Scuola”, finalizzate a promuovere la conoscenza e la valorizzazione del territorio campano, delle sue risorse naturali e dei suoi rischi, attraverso l’uso delle Carte Geologiche.   
   verranno presentate:
- una Carta Geologica della Campania, ed il relativo materiale esplicativo, elaborate specificamente come strumento di formazione per tutte le Istituzione Scolastiche della Regione;
- l’anteprima di un video didattico-divulgativo “Una finestra sul sottosuolo: cos’è e come si fa una carta Geologica”;
- un breve video di presentazione delle Scienze della Terra che gli studenti, attraverso la partecipazione ad un Contest  denominato “La Geologia nel tuo futuro”, potranno integrare con la produzione di materiali multimediali a tema.

 

DiSTAR a SAN MARCELLINO

8 novembre 2018, Chiesa dei Santi Marcellino e Festo, Largo San Marcellino, 10 Napoli
ore 9.30 – 12.30 seminario:  I geomateriali e la geotermia a bassa entalpia nel Centro Antico di Napoli: i risultati del progetto SNECS.
ore 12.30  visita guidata al Chiostro di S. Marcellino e all’impianto geotermico.
 
Negli ultimi anni, il DiSTAR è stato partner per il Progetto Operativo Nazionale SNECS - Social Network delle Entità dei Centri Storici, coordinato dal Distretto ad Alta Tecnologia per i Beni Culturali - DATABENC. L’obiettivo del seminario è presentare alla collettività l’attività di ricerca multidisciplinare che il DiSTAR ha svolto nell’ambito del progetto SNECS, finalizzata alla conoscenza geologica del sottosuolo del Centro Antico di Napoli, allo studio, alla valorizzazione e conservazione dei geomateriali di interesse culturale, nonché alla progettazione e realizzazione di un impianto di geotermia a bassa entalpia presso il sito dimostratore del complesso monumentale dei SS. Marcellino e Festo.
 
a)                                                                         b)
Fig. 1 - Ubicazione dell’area d’interesse del progetto SNECS-DATABENC a) e del sito dimostratore San Marcellino a) e b), con alcune immagini relative all’attività di ricerca multidisciplinare svolta per lo studio, la conoscenza e conservazione dei geomateriali e alla realizzazione di un impianto di geotermia a bassa entalpia, finalizzato alla climatizzazione ed efficientamento energetico di un sito di elevato pregio architettonico e storico-culturale.
 
   
 
Seminario: “I geomateriali e la geotermia a bassa entalpia nel Centro Antico di Napoli: i risultati del progetto SNECS”
8 novembre 2018, Chiesa dei Santi Marcellino e Festo
Largo San Marcellino, 10 Napoli
Ore 9:30: Saluti istituzionali
Domenico Calcaterra, Direttore del DiSTAR, Università degli Studi di Napoli Federico II
Angelo Chianese, Presidente CdA DATABENC, Università degli Studi di Napoli Federico II
Interventi
Moderatore: Domenico Calcaterra, Direttore del DiSTAR, Università degli Studi di Napoli Federico II
9:45 – Il progetto SNECS: obiettivi strategici e risultati raggiunti
Luigi Gallo, ICAR-CNR, Napoli
10:00 – L’attività del DiSTAR nell’ambito del progetto SNECS: obiettivi realizzativi e risultati conseguiti
Vincenzo Allocca e Pantaleone De Vita, DiSTAR, Università degli Studi di Napoli Federico II
10:15 – I geomateriali del Centro Antico di Napoli
Vincenza Guarino, DiSTAR, Università degli Studi di Napoli Federico II
10:30 – I geomateriali del chiostro dei Santi Marcellino e Festo
Claudia Di Benedetto, DiSTAR, Università degli Studi di Napoli Federico II
10:45 – Modellazione geologica del sottosuolo del Centro Antico di Napoli
Anna Claudia Angrisani, DiSTAR, Università degli Studi di Napoli Federico II
11:00 – Rilievo della cavità sotterranea di San Marcellino
Gianluca Minin, INGEO srl
11:15 – Nuovi dati stratigrafici nel Centro Antico di Napoli
Paola Petrosino, DiSTAR, Università degli Studi di Napoli Federico II
11:30 – Stima del moto al suolo atteso nel Centro Antico di Napoli
Maria Rosaria Costanzo e Concettina Nunziata, DiSTAR, Università degli Studi di Napoli Federico II
11:45 – Modellazione e monitoraggio idrogeologico/idrogeochimico del sito dimostratore San Marcellino
Silvio Coda, DiSTAR, Università degli Studi di Napoli Federico II
12:00 – Geotermia a bassa entalpia presso il sito dimostratore di San Marcellino
Paolo Cosenza, ReseArch Consorzio Stabile
Nicola Massarotti, Alessandro Mauro, Gennaro Normino, CRAVEB – Consorzio di Ricerca per l’Ambiente i Veicoli l’Energia e i Biocombustibili
12:15 – Impianti di climatizzazione in edifici storici: il caso studio di San Marcellino
Giovanni Barone, Annamaria Buonomano, Cesare Forzano, Adolfo Palombo
DII, Università degli Studi di Napoli Federico II
Paolo Cosenza, ReseArch Consorzio Stabile
12:30 – Conclusione
12:45 – Visita guidata all’impianto di geotermia di San Marcellino
 
 
8 novembre 2018, Complesso dei SS. Marcellino e Festo, Largo San Marcellino, 10 Napoli
ore 10.00-17.00 open lab: le Pietre Storiche di Napoli 
 
attività: presentazione video, pannelli poster, descrizione delle pietre storiche della città di Napoli attraverso campioni di rocce e osservazioni al microscopio.
descrizione: l’installazione si propone di mostrare quanto il tessuto urbano sia strettamente connesso alla geologia dell’area attraverso l’utilizzo della pietra locale nel costruito storico.
Preservare questo patrimonio culturale è uno dei compiti del geologo, attraverso la conoscenza approfondita dei geomateriali messi in opera e soprattutto dei processi di degrado che su di esso intervengono, per una corretta valutazione delle opportune misure di mitigazione degli effetti alterativi naturali e per pianificare gli opportuni ed efficaci interventi di recupero e manutenzione dei manufatti edilizi.
 
 
8 novembre 2018, Chiesa dei Santi Marcellino e Festo, Largo San Marcellino, 10 Napoli
ore 14.30-16.00 conferenza: I cicli della rinascita, come la Terra e la vita rigenerano se stesse.
relatori Pasquale Raia, Mariano Parente
 
La conferenza tratta il tema della rigenerazione della vita dopo le grandi estinzioni di massa. Le estinzioni di massa sono cinque grandi eventi che nel passato hanno cancellato quasi del tutto la vita sul pianeta. Dopo ognuna di queste estinzioni, tuttavia, la vita ha saputo ripartire, rigenerando se stessa, ripartendo da poche, piccole specie ampiamente diffuse. Nonostante la natura catastrofica di questi eventi, essi sono al tempo stesso stati i generatori della diversità attuale. La Terra stessa contribuisce ed è condizionata da queste rigenerazioni, i cicli dei nutrienti e di altri elementi e composti chimici sono infatti indissolubilmente legati agli organismi che li producono e li usano, in un incessante mutuo rapporto che si protrae da almeno due miliardi di anni.
 
 
 
 
 
8 novembre 2018, Museo di Paleontologia, Largo San Marcellino, 10 Napoli
ore 11.00-12.00 e ore 16.00-17.00 in collaborazione col Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche visite guidate al Museo di Paleontologia con tema:
tre grandi eventi, l’esplosione cambriana, l’estinzione dei dinosauri e la fine dell’ultima era glaciale, dal mammut all’uomo moderno.