DiSTAR

Didattica

Info utili

Ciclo XXVIII

Dinamica interna dei sistemi vulcanici e rischi idrogeologico-ambientali

Descrizione Corso Dinamica interna dei sistemi vulcanici e rischi idrogeologico-ambientali
Rinnovo Ciclo Attivato In Precedenza
Sede Amministrativa DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA (Cod. 101140)

Coordinatore

Cognome DE VIVO
Nome BENEDETTO
Qualifica PO
Dipartimento DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA
SSD GEO/08
Telefono 081.2535065
Fax 081.2535061
Email bdevivo@unina.it
Breve Curriculum Il Prof. B. De Vivo, Coordinatore del Dottorato congiunto con Virginia Tech(Cicli XIX e XXI) in ragione della sua attività scientifica, ha ricevuto i seguenti riconoscimenti internazionali: 1) Fellow della Mineralogical Society of America, per i contributi scientifici di rilievo nel campo della mineralogia, cristallografia, geochimica e petrologia (2001); 2) Membro dell’Editorial Board della rivista scientifica GEOCHEMISTRY – Exploration – Environment – Analysis (GEEA) (2004-2007); 3) Southern Europe Councillor of the Association of Applied Geochemists (AAG) (2006-Presente); 4) Adjunct Professor presso il Virginia Tech, Blacksburg, Virginia, USA, per meriti scientifici (2006-Presente); 5) Chief Editor della rivista scientifica Journal of Geochemical Exploration (JGE) (Elsevier) (2007-Presente); Associate Editor di Mineralogy and Petrology (Springer) (1996-Presente); Associate Editor di American Mineralogist (2012-Presente).

Dipartimenti Proponenti:

  • DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA (Cod. 101140)

Consorzio Universitario

Non Consorziato.

Indirizzi

  • DINAMICA INTERNA DEI SISTEMI VULCANICI (Cod. 4)
  • RISCHI IDROGEOLOGICO-AMBIENTALI (Cod. 5)

Collegio Dei Docenti

CognomeNomeQualificaDipartimentoSSD
ALBANESE STEFANO RU DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA GEO/08 - GEOCHIMICA E VULCANOLOGIA
ALLOCCA VINCENZO RU DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA GEO/05 - GEOLOGIA APPLICATA
ARIENZO MICHELE PA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL SUOLO, DELLA PIANTA, DELL'AMBIENTE E DELLE PRODUZIONI ANIMALI AGR/13 - CHIMICA AGRARIA
AYUSO ROBERT A. AL -
BODNAR ROBERT J. AL -
CANNATELLI CLAUDIA RD DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA GEO/08 - GEOCHIMICA E VULCANOLOGIA
DE VITA PANTALEONE PA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA GEO/05 - GEOLOGIA APPLICATA
FABBROCINO SILVIA RU DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA GEO/05 - GEOLOGIA APPLICATA
LIMA ANNAMARIA PA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA GEO/08 - GEOCHIMICA E VULCANOLOGIA
MAZZARELLA ADRIANO PA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA GEO/12 - OCEANOGRAFIA E FISICA DELL'ATMOSFERA
NUNZIATA CONCETTINA PA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA GEO/10 - GEOFISICA DELLA TERRA SOLIDA

Obbiettivi Formativi

Gli obiettivi del Dottorato sono la formazione di specialisti per: a)  lo studio geochimico-vulcanologico e geofisico dei fattori e dei parametri che presiedono alla dinamica interna dei sistemi magmatici di vulcani attivi; b) la definizione e la valutazione dei rischi geologici e ambientali, attraverso l’implementazione e lo sviluppo di modelli innovativi che consentano di ricostruire i processi di mobilità e dispersione delle sostanze tossiche, in relazione alle caratteristiche geologiche, idrogeologiche, geochimiche ed ambientali dei siti, nonché alla presenza di attività antropiche che insistono sul territorio; c) la sperimentazione di metodologie innovative atte a definire i parametri che influenzano le caratteristiche chimico-fisiche delle acque sotterranee e i rapporti causa-effetto che esistono fra presenza di sostanze inquinanti e salute umana.

Linee di Ricerca

Prospezioni geochimiche

Applicazioni di tecniche di prospezioni geochimiche sia ai fini ambientali che ai fini di valutazione di risorse minerarie

Gestione di risorse idriche

Analisi dei sistemi idrogeologici per una ottimale gestione delle risorse idriche sotterranee e per la valutazione della pericolosità da frane a cinematica rapida e lenta

Geochimica Ambientale

Valutazione dell'inquinamento ambientale di origine antropica, caratterizzazione e bonifica di siti inquinati

Ricerche meteo-climatiche

Zonazione metereologica a scala comunale, provinciale e regionale al fine di caratterizzare i diversi microclimi

Ricerche vulcanologiche e geofisiche

Studio vulcanologico-geochimico e geofisico dei vulcani attivi Napoletani

Inclusioni fluide e silicatiche nei minerali

Applicazioni nello studio di sistemi magmatici (plutonici e vulcanici), di mineralizzazioni e di geotermia

Processi chimici e biochimici nei suoli

Analisi della mobilità e della biodisponibilità di elementi in tracce

Rapporti di collaborazione italiani

  • CNR (Cod. 3)
  • UNIVERSITÀ DEL SANNIO (Cod. 27)
  • UNIVERSITÀ DI CAGLIARI (Cod. 695)

Rapporti di collaborazione esteri

  • CITY COLLEGE, CUNY, NEW YORK, USA. (Cod. 90)
  • DEPARTMENT OF EARTH AND PLANETARY SCIENCES, AMERICAN MUSEUM NATURAL HISTORY, NEW YORK, USA (Cod. 88)
  • DEPARTMENT OF GEOLOGICAL SCIENCES, CENTRAL WASHINGTON UNIVERSITY, ELLENSBURG, WASHINGTON, USA (Cod. 89)
  • DEPARTMENT OF GEOLOGICAL SCIENCES, UNIVERSITY CALIFORNIA SANTA BARBARA, CALIFORNIA, USA (Cod. 87)
  • DEPARTMENT OF GEOSCIENCES, VIRGINIA POLYTECHNIC INSTITUTE & STATE UNIVERSITY, BLACKSBURG, VIRGINIA, USA (Cod. 86)
  • SCHOOL OF EARTH SCIENCES, UNIVERSITY OF TASMANIA, HOBART, TASMANIA, AUSTRALIA. (Cod. 91)
  • UNITED STATES GEOLOGICAL SURVEY, RESTON, VIRGINIA, USA (Cod. 85)
  • UNIVERSITY OF GEOSCIENCES OF WUHAN (CINA) (Cod. 2067)

Convenzioni enti italiani

Nessuna convenzione con enti italiani

Convenzioni enti esteri

Nessuna convenzione con enti esteri

Percorso Formativo

I Anno

Considerata la pluralità di tematiche riconducibili al presente Dottorato, durante il primo anno gli studenti saranno avviati alle seguenti linee di ricerca in funzione delle proprie specifiche attitudini: Studio di vulcani attivi;  Studio di sistemi magmatici utilizzando la tecnica delle inclusioni fluide e silicatiche nei minerali; Analisi dei fenomeni di inquinamento antropico;  Caratterizzazione e bonifica di siti inquinati; Definizione di modelli di velocità sismiche di tagli della crosta e del mantello superiore; Analisi della suscettibilità a franare; Sistemazione dei versanti instabili; Gestione e salvaguardia delle risorse idriche sotterranee; Studi climatici e metereologici. Come è prassi consolidata, a livello internazionale, nelle migliori università, gli studenti, pur finalizzando le loro attività sull'argomento specifico della tesi, saranno coinvolti anche su progetti collaterali alla tematica di ricerca principale. Saranno, pertanto, nel corso del primo anno impegnati a colmare eventuali debiti formativi, stabiliti dal Collegio dei docenti, con l'obbligo di seguire specifici graduate courses. I corsi, individuabili tra quelli già esistenti nell'ateneo napoletano e nelle università americane ed istituzioni estere con le quali sono attive le collaborazioni, dovranno coprire almeno 30 crediti. Altri 30 crediti sono per le attività di ricerca.

II Anno

Nel corso del secondo anno gli studenti saranno impegnati a seguire corsi del settore specifico del progetto loro assegnato, oltre che specifiche attività sperimentali di laboratorio e/o di campo. E' prevedibile che tali attività coprano ulteriori 60 crediti formativi, dei quali almeno 10 dedicati a corsi monografici e seminari (lezioni frontali) e 50 alle attività di ricerca. In tale ambito gli studenti potranno usufruire di soggiorni di ricerca presso università e istituzioni di ricerca, per collaborare con ricercatori di livello internazionale, che da anni collaborano con i proponenti del progetto di dottorato (dr J. D. Webster dell'American Museum Natural History, New York, USA; prof. F. J. Spera dell'University of Santa Barbara, C, USA; prof. F. Raia del City College New York, USA; dr L.V. Danyushesky dell'University of Tasmania, Hobart, Australia; prof. R. J. Bodnar del Virginia Polytechnic Institute & State University, Blacksburg, Virginia, USA), prof. W. Bohrson, Western Central Universitu, USA; dr. H.E. Belkin, R.A. Ayuso, N. Foley, USGS, USA.

III Anno

Durante l'ultimo anno si completerà il percorso formativo intrapreso nel secondo anno, comprensivo del periodo di 18 mesi da trascorrere presso istituzioni estere. Presso le istituzioni estere, oltre che seguire specifci graduate courses, gli studenti saranno addestrati nel campo: dell'analisi ambientale; della geochimica isotopica applicata a tematiche ambientali; della preparazione e analisi delle inclusioni silicatiche per la determinazione dei componenti volatili nei melts; della petrologia e geochimica di base dei sistemi magmatici; delle analisi geofisiche per lo studio della dinamica interna dei vulcani; dello studio idrochimico delle acque sotterranee e chimico-fisico dei suoli; dell'utilizzo di traccianti naturali (chimici, isotopici e micorbiologici) nello studio delle acque sotterranee; della caratterizzazione dei sistemi idrologici strategici per l'approvvigionamento idropotabile; dello studio dei metodi e delle tecniche interpretative della stabilità dei versanti a  scala territoriale e del singolo fenomeno franoso. Inoltre saranno preparati all'uso della microsonda elettronica (EMPA), FTIR, SEM e microsonda ionica (SIMS) e delle fornaci verticali pressurizzate a riscaldamento interno. In maniera parallela integreranno le conoscenze sull'uso delle apparecchiature di laboratorio per la caratterizzazione geologico-tecnica delle terre e delle rocce. I 60 crediti formativi saranno dedicati ad attività di laboratorio e di ricerca.

Corsi Specifici Scuola

TitoloCognome DocenteNome DocenteDocente StranieroNumero Ore
Fluids in the earth BODNAR ROBERT No 12
Geodinamica del Mediterraneo TURCO EUGENIO No 12
Geologia e Geochimica ambientale DE VIVO BENEDETTO No 12
Geologia marina, orientamento strutturale PAPPONE GERARDO No 12
Metodi numerici nelle Scienze della Terra COOPER G.R.J. 12
Paleoceanografia SPROVIERI MARIO No 12
Petrologia regionale ed applicazioni MELLUSO LEONE No 12
TOTALE ORE 84

Corsi Specifici Dottorato

TitoloCognome DocenteNome DocenteDocente StranieroNumero Ore
Cartografia geochimica con uso di GIS ALBANESE STEFANO No 16
Contaminazione dei suoli e delle acque e impatto su salute umana DE VIVO BENEDETTO No 16
I fluidi nei processi magmatici CANNATELLI CLAUDIA No 12
Melt inclusions BODNAR ROBERT J. 16
Modelli geofisici della crosta e del mantello superiore nel bacino tirrenico e nelle aree vulcaniche NUNZIATA CONCETTINA No 8
Parametrizzazione idrodinamica degli acquiferi FABBROCINO SILVIA No 8
Problematiche idrogeologiche nella protezione delle acque sotterranee ALLOCCA VINCENZO No 8
Rischio vulcanico in aree di vulcanismo attivo PETROSINO PAOLA No 8
Statistica applicata i fenomeni naturali MAZZARELLA ADRIANO No 8
TOTALE ORE 100

TOTALE ORE: 184